MISA' CHE MI ABBONO!
CAMPAGNA ABBONAMENTI dal 9 dicembre al 17 gennaio...
Abbonati a 4 spettacoli 1 te lo regaliamo noi!

 


Stagione di Prosa 2020

ARCEVIA, Teatro Misa

Sabato 18 gennaio , ore 21:15
Giobbe Covatta in
LA DIVINA COMMEDIOLA
reading e commento de l'Inferno tratto dalla Divina Commedia di Ciro Alighieri

"O' vero” disse il Duca dal suo banco
Fin da bambini ci avevano avvisato
Se fai il cattivo arriva l’uomo bianco
E mangia tutto! Infatti così è stato

Giobbe Covatta ha recentemente reperito in una discarica il manoscritto di una versione “apocrifa” della Commedia scritta da tal Ciro Alighieri.
Purtroppo è stato reperito solo l'inferno e non in versione completa.
Dopo un attento lavoro di ripristino, si può finalmente leggere questo lavoro dimenticato che ha senz'altro affinità ma anche macroscopiche differenze con l'opera dantesca.
Il poeta ha immaginato l'inferno come luogo di eterna detenzione non per i peccatori ma per le loro vittime!
E le vittime sono i bambini, ovvero i più deboli, coloro che non hanno ancora cognizione dei loro diritti e non hanno possibilità di difendersi.

Giobbe Covatta ci legge la sua personale versione della Divina Commedia totalmente dedicata ai diritti dei minori: i contenuti ed il commento sono spassosi e divertenti, ma come sempre accade negli spettacoli del comico napoletano, i temi sono seri e spesso drammatici.Conoscere i diritti dei bambini riconosciuti dalla Convenzione Internazionale sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, conoscere i modi più comuni con cui questi diritti vengono calpestati equivale a diffondere una cultura di rispetto, di pace e di egualianza per tutte le nuove generazioni.

Di e Con: Giobbe Covatta

 

Domenica 9 febbraio, ore 17:00
Teatro Binario 7
COME SONO DIVENTATO STUPIDO

In collaborazione con "Una Domenica Andando a Polenta"

Conosco un sacco di idioti, incoscienti, gente piena di certezze e di pregiudizi, dei perfetti imbecilli, e come sono felici!

Antoine ha una grave malattia: l’intelligenza. È una persona particolarmente dotata, più della media, e ha capito che la sua curiosità intellettuale è una condanna. Tenta varie strade per risolvere la sua difficoltà fino a quando prenderà la decisione definitiva, diventare stupido.
Ma non è così facile, il percorso è più accidentato di quanto sembri. Lui vorrebbe dimenticare di capire, appassionarsi alla quotidianità, credere nella politica, comprare bei vestiti, seguire gli avvenimenti sportivi, fantasticare sull'ultimo modello di automobile, guardare con interesse e partecipazione emotiva i programmi televisivi. Vorrebbe tutto questo.
E soprattutto vorrebbe stare bene con gli altri, non capirli, ma essere come loro, fra di loro, uno di loro, e come loro condividere le stesse cose.

dal romanzo di Martin Page

con Corrado Accordino, Viola Lucio, Marco Rizzo, Alessia Vicardi
scene e costumi Maria Chiara Vitali
disegno luci Stefano Capra
assistente alla regia Valentina Paiano
drammaturgia e regia Corrado Accordino
produzione Compagnia Teatro Binario 7

 

Domenica 23 febbraio, ore 17:00
Nando e Maila in

SONATA PER TUBI

In collaborazione con "Una Domenica Andando a Polenta"

Arie di musica classica per strumenti inconsueti.
I due musicisti in scena suonano noti brani del repertorio classico, con dei semplici tubi di plastica. Il circo alimenta la follia dei personaggi in contrappunto con Hula hoop sonanti, clave che diventano sax e diaboli sonori. Sonata per Tubi ricerca le possibilità musicali di alcuni attrezzi di circo che diventano degli strumenti musicali a tutti gli effetti. 
Il clown musicale fonde l’azione circense con la musica dal vivo, attraverso un linguaggio universale e adatto ad un pubblico di tutte le età.

Strumenti musicali utilizzati: Basso-tubo, Violon-tubo, Violin-tubo, Mini-tubo, Clava-Sax, Diabolo Sonoro, Hula-Horn, Palo sonoro.
Tecniche di Circo: Palo cinese, Acrobatica e Giocoleria.
Di e con: Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani
Collaborazione artistica: Marta Dalla Via
Supporto tecnico e organizzativo: Federico Cibin
Produzione: Compagnia Nando e Maila

 

Venerdì 13 marzo, ore 21:15
Nuovo Teatro Sanità in collaborazione con Le Scimmie

LA TESTA SOTT'ACQUA

All'interno di Scuola di Platea®
progetto di formazione per il teatro rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di Secondo Grado

“La testa sott'acqua” dell’autrice catalana Helena Tornero affronta alcuni dei problemi più comuni che coinvolgono in un unico destino di sconfitta i giovani e la società: l’intolleranza collettiva, l'esclusione sociale, i rapporti tra genitori e figli, la violenza giovanile.
Lo spettacolo prende le mosse da un vero episodio di bullismo, per raccontare la violenza che nasce dal disagio interiore vissuto dagli adolescenti nel momento in cui passano dall’essere bambini, dal mondo protetto e vellutato di innocenti, a quello degli adulti.
Così in un'estate qualunque, un gruppo di ragazzi, Sara, Stefan, Josué e Thomas, che frequentano la piscina del loro quartiere — luogo di incontro, risate, amori che nascono, ma a volte anche di forti scontri — si trovano ad affrontare le delusioni date dai desideri e dalla vita da adulti.

di Helena Tornero
con Ciro Burzo, Mariano Coletti, Arianna Cozzi e Enrico Pacini
regia ed adattamento Riccardo Ciccarelli
costumi Alessandra Gaudioso
scene Vincenzo Aquilone
disegno luci Alessandro Messina
produzione Nuovo Teatro Sanità in collaborazione con Le Scimmie

 

FUORI ABBONAMENTO
LA RESISTENZA A TEATRO
 

Domenica 3 Maggio ore 17.00
Cooperativa Teatrale Prometeo

PLATINO
Un eccidio a Bolzano

Il sommergibile mette una paura diversa da quella di una nave. Se lo scafo si squarcia colpito dalle bombe di profondità non si hanno scialuppe, non si può nuotare, il mare ti invade e ti schiaccia in un attimo.

E' la fine del 1944. ventitré uomini vengono prelevati dal Lager di Bolzano, condotti nella Caserma “Francesco Mignone” e uccisi uno alla volta con un colpo alla nuca. I loro corpi furono portati al cimitero di Bolzano e gettati in una fossa comune, in terra sconsacrata, senza che la tomba fosse contrassegnata in alcun modo.
Un'attrice-danzatrice e un attore-danzatore si muovono all’interno di una scena in continua trasformazione che rappresenta i luoghi dove i 23 uomini trascorsero le loro ultime vicende in vita, fra le quali, un lungo tragitto nel Mar Adriatico a bordo del sommergibile Platino.
Su di una colonna sonora e una narrazione continua si appoggia la loro voce, trasformata in un unico, utopico, straordinario pensiero.

Produzione: Cooperativa Teatrale Prometeo
Con il contributo: Provincia Autonoma di Bolzano
Con: Jacopo Cavallaro - Sabrina Fraternali - Dario Spadon
Disegno luci: Graziano Venturuzzo
Scenografia: Dario Spadon - Graziano Venturuzzo
Fonica: Daniele Frison
Ricerca storica: Carla Giacomozzi
Drammaturgia e Regia: Dario Spadon

________________________________________________________________________________________________

CAMPAGNA ABBONAMENTI 
Dal 9 dicembre al 17 gennaio 2020
MiSà che mi abbono!

ABBONAMENTO [4 SPETTACOLI]
Platea e palchi centrali intero € 50 | ridotto* € 40
Palchi laterali intero € 40 | ridotto* € 30
*riduzione valida per under 25, over 65 e convenzionati vari

Gli abbonati alla stagione avranno l'INGRESSO OMAGGIO allo spettacolo del 3 maggio “PLATINO”.

PRENOTAZIONE ABBONAMENTI
Presso il Centro Culturale San Francesco - Corso Mazzini 64, Arcevia AN
Dal 9 dicembre 2019 al 17 gennaio 2020
nei seguenti giorni e orari:
dal lun al giov dalle 9 alle 13, mart, giov, ven dalle 15 alle 19 e sab. e dom. 10,30-12,30 e 15,30 e 18,30.
(chiuso nei giorni: 25-26-31 dicembre, 1 gennaio)
Info: tel 0731 984561 - r.verdini@arceviaweb.it

ABBONAMENTI in VENDITA con le seguenti modalità:
- giovedì 19 dicembre 2019 dalle 15.00 alle 19.00 presso il Centro Culturale San Francesco - Corso Mazzini 64, Arcevia AN - INFO cell 334 1684688
- giovedì 16 gennaio 2020 dalle 15.00 alle 19.00 presso il Centro Culturale San Francesco - Corso Mazzini 64, Arcevia AN - INFO cell 334 1684688

  • Da lunedì 9 dicembre a sabato 18 gennaio 2020:
    ATGTP Ass. Teatro Giovani Teatro Pirata Via Mazzoleni, 6/A Jesi (AN) - Tel. 0731 56590 Cell. 334 1684688 - lun-ven dalle 9.00 alle 13.00
    AMAT/ Biglietterie del circuito Tel. 071 2072439 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 16.00

________________________________________________________________________________________________


BIGLIETTI

( Spettacoli in abbonamento)

Platea e palchi centrali intero € 15  | ridotto* € 12
Palchi laterali intero intero € 12 | ridotto* € 10
*riduzione valida per under 25, over 65 e convenzionati vari

Ridotto Studenti € 7,00
Per lo spettacolo del 13 MARZO 2020
Progetto Scuola di Platea®

SPETTACOLO FUORI ABBONAMENTO
Posto Unico € 5

Biglietti in vendita da GIOVEDI' 19 DICEMBRE 2019 con le seguenti modalità:

ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata, via Mazzoleni, 6/A Jesi (AN)
Tel. 0731 56590 lun-ven dalle 9.00 alle 3.00 info@atgtp.it www.atgtp.it
AMAT/ Biglietterie del circuito Tel. 071 2072439 lun-ven dalle 10.00 alle 16.00 www.amatmarche.net
Biglietteria Teatro Misa cell. 334 1684688 il giorno dello spettacolo dalle ore 20.00

PREVENDITA
www.vivaticket.it
  Call center 071 2133600

________________________________________________________________________________________________